Presentazione EOS C100 & C500

C100

Qualità, prestazioni e creatività: Canon rafforza il sistema EOS Cinema
Canon espande la linea EOS Cinema con la cinepresa digitale 4K EOS C500, i due obiettivi compatti Canon Cinema, CN-E15.5-47mm T2.8 L S/SP e CN-E30-105mm T2.8 L S/SP annunciati in anteprima nell’aprile 2012, e la nuova EOS C100. Unendosi alla rivoluzionaria EOS C300 danno vita alla gamma cinematografica Canon che offre qualità e prestazioni straordinarie in una serie di differenti configurazioni.

Basato sulle tecnologie di EOS C300, il nuovo modello combina specifiche hardware eccellenti e una serie di funzioni automatiche che lo rendono ideale per i professionisti che operano senza staff, o per operatori video che utilizzano per la prima volta il sistema EOS Cinema.
Equipaggiata con un sensore CMOS Canon Super 35mm da 8,3 MP con filtro Bayer, EOS C100 combina un’eccezionale qualità d’immagine in un corpo macchina più piccolo di circa il 15% della rinomata EOS C300. Grazie a questo sensore, EOS C100 utilizza lo stesso tipo di elaborazione del segnale video dei sistemi RGB a 3 sensori, producendo colori realistici, ampia gamma dinamica con prestazioni eccezionali anche in luce scarsa. Il completo supporto ai software NLE la rende adatta a un’ampia gamma di utenti e di produzioni, e grazie all’innesto Canon EF, gli utenti hanno accesso a oltre 60 obiettivi EF, oltre alla libertà di sperimentare con il sistema di obiettivi EF Cinema in continua espansione.

Un sistema di prim’ordine
Progettata per offrire la massima qualità e portabilità, EOS C100 adotta specifiche progettate secondo le necessità degli utenti che operano autonomamente. Il suo sistema avanzato di imaging utilizza il diffuso codec AVCHD, con un sensore CMOS che registra a una risoluzione video di 1920×1080 (Full HD) su schede SD a 24 Mbps con campionamento colore 4:2:0 per una qualità video professionale, nitida e vivace. Possono anche essere registrati video non compressi – inclusi i dati timecode – direttamente su un registratore esterno, grazie al terminale HDMI incorporato.
In grado di fornire prestazioni eccezionali, EOS C100 consente agli utenti di catturare immagini di alta qualità per tutta una serie di output creativi. Il supporto per frame rate 24/25/30p e 50/60i offre ampia flessibilità, mentre la gamma ISO di 320–20.000 fornisce un controllo completo dell’esposizione ed immagini nitide e dettagliate in qualsiasi condizione d’illuminazione. La nuova impostazione Wide Dynamic Gamma permette la ripresa in situazioni critiche, ad alto contrasto, consentendo una gamma dinamica fino all’800% senza la necessità di interventi in post-produzione. Inoltre, Canon Log Gamma permette la cattura di video di alta qualità perfetti per il color grading, garantendo al contempo filmati con un look and feel coerente quando C100 è utilizzata assieme ad altre videocamere EOS Cinema in riprese multi-camera.

Facilità d’uso per videomaker indipendenti
Oltre al pieno controllo manuale, EOS C100 integra una serie di nuove funzioni automatiche a supporto degli operatori indipendenti, quali documentaristi o reporter di cronaca. Un nuovo pulsante One Shot AF consente di controllare la messa a fuoco automaticamente sull’area centrale dell’immagine prima della registrazione. Push Auto Iris valuta l’esposizione e apporta le modifiche necessarie prima delle riprese, mentre il nuovo bilanciamento automatico del bianco usa la potenza del processore d’immagine Canon DIGIC DV III per rilevare e bilanciare le informazioni del colore, per lasciare liberi gli operatori di concentrarsi sulla scena che stanno riprendendo.
La nuova interfaccia utente consente di regolare comodamente le impostazioni standard della videocamera grazie allo schermo LCD. È possibile ottimizzare con precisione le impostazioni di Gamma, con la telecamera che mostra entrambe le curve “prima” e “dopo” sullo schermo, mentre il bilanciamento del bianco può essere modificato tramite la levetta joystick della macchina, con una grafica a colori che mostra in tempo reale la quantità di compensazione applicata. Inoltre, nel 2013, con un aggiornamento firmware, sarà disponibile il funzionamento automatico continuo di messa a fuoco e diaframma, per offrire prestazioni rapide e fluide quando EOS C100 viene utilizzata in abbinamento agli specifici obiettivi Canon EF Stepper Motor (STM).
EOS C100 offre anche una memoria molto flessibile, registrando su due slot per schede SD. Gli utenti possono registrare su entrambe le schede contemporaneamente con Double Slot Recording o utilizzare Relay Recording per passare automaticamente all’altra scheda di memoria quando quella in uso è esaurita. La conversione in-camera consente inoltre di convertire i filmati Full HD alla risoluzione SD.

Progetto professionale, audio professionale
EOS C100 presenta il medesimo concetto modulare reso popolare da EOS C300. Costruita per fornire mobilità e durata, è dotata di una struttura robusta e una costruzione leggera, ideali per l’impiego in molteplici situazioni. La sua struttura in lega di magnesio garantisce robustezza e rigidità pur mantenendo il peso al minimo, garantendo versatilità e comfort anche dopo un’intensa giornata di riprese.
Lo schermo LCD orientabile di alta qualità e grandi dimensioni (8,8 centimetri = 3,5”) si trova sul retro del corpo della videocamera e offre un facile accesso a una serie di tasti funzione situati dietro il display. L’impugnatura regolabile permette di ottenere un’ergonomia di tipo reflex durante le riprese a mano libera, e può essere rimossa del tutto per riprese in spazi ristretti o come parte di un sistema multi-camera. La disposizione dei pulsanti della macchina inoltre è stata progettata tenendo in considerazione il feedback degli utenti, con tutti i comandi di registrazione contrassegnati in rosso per una maggiore comodità durante le riprese. I 15 pulsanti programmabili offrono alti livelli di personalizzazione, permettendo a ciascun utente di ottimizzare il funzionamento della videocamera in base alle proprie necessità e comodità.
EOS C100 offre anche audio e connettività professionali, supportando la registrazione in Dolby Digital AC3 o PCM lineare a 16 bit e 48 kHz, il segnale di alta qualità richiesto per i contenuti broadcast professionali. Un microfono stereo è integrato nella maniglia rimovibile della videocamera, a fianco delle manopole di controllo audio e dei due terminali XLR che consentono di collegarsi a microfoni esterni e ad altre sorgenti audio. La videocamera dispone anche di un nuovo terminale HDMI bloccabile che assicura un fissaggio efficace del cavo di collegamento durante le riprese.

Obiettivi EF ed EF Cinema: potere di creare
In quanto parte del sistema EOS, EOS C100 è compatibile con oltre 60 obiettivi EF ed EF Cinema, compresa la nuova coppia di ottiche cinema zoom compatte e leggere: CN-E15,5-47 mm T2,8 L S e CN-E30-105 mm T2,8 L S. Entrambi gli obiettivi offrono un’eccezionale qualità e versatilità, con un rapporto prezzo/prestazioni tale da renderli eccellenti opzioni per i professionisti indipendenti e le case di produzione.
Inoltre, la popolare e vastissima serie di obiettivi Canon EF per reflex digitali offre un’illimitata libertà creativa, con la possibilità di soddisfare qualsiasi esigenza di budget. La gamma di obiettivi EF-S è composta da una selezione di zoom compatti e leggeri che offrono immagini di alta qualità a prezzi accessibili, mentre la linea di ottiche full-frame EF permette di ottenere qualità e flessibilità, con prestazioni al top e lunghezze focali da 8 a 800 mm. Dal lancio del sistema EOS, nel 1987, sono stati fabbricati oltre 80 milioni di obiettivi EF, un valore che testimonia la qualità e la capacità di soddisfare le esigenze di tutti i tipi di utenti fotografici e video.

Caratteristiche principali

o Sensore CMOS Super 35mm da 8,3 MP; Full HD
o Alta sensibilità, rumore ridotto
o Codec AVCHD 24 Mbps su schede SD e output non compresso via HDMI (4:2:2)
o Funzioni di ripresa automatiche
o Obiettivi EF intercambiabili
o Filtri ND in vetro integrati
o Canon Log Gamma
o Compatta, modulare, leggera
o Audio professionale con ingressi XLR
o Perfetta integrazione del flusso di lavoro
o Supporto CPS video

 c500

CANON EOS C500: la nuova macchina da presa digitale con risoluzione 4K e output RAW

Presentato il prototipo della EOS C500, disponibile sul mercato a a partire dal prossimo autunno.

La EOS C500 rappresenta, come si può intuire, la sorella maggiore della C300, capostipite del sistema EOS Cinema, che ha segnato ufficialmente l’ingresso di Canon nel mercato della produzione video di livello broadcast. Parlando della Canon EOS C500, questa si baserà sulla medesima piattaforma tecnologica della Canon EOS C300, ovvero sullo splendido sensore nativo 4K da 8.9 Mpixel e sul processore Digic DVIII. Attraverso un DSP addizionale, integrato nel volume occupato dal grip handle nella C300, la C500 consente di gestire l’immenso flusso dati derivante dal processo di segnali RGB a risoluzione 4K su 10 bit di profondità di quantizzazione. Di fatto, la C500 costituisce la prima macchina da presa digitale della famiglia Canon EOS Cinema dedicata alle produzioni su grandissimo schermo, cioè destinata a quella percentuale di applicazioni che non trova i necessari parametri di risoluzione nella C300. In particolare sono indirizzati con questa camera le applicazioni richiedenti un DCI conforme allo standard SMPTE 2036-1:2009 oppure, secondo una prospettiva televisiva, conformi allo standard Quad-HD (SMPTE 2036-1:2009 e ITU-R BT.1769. La C-300 aveva incontrato i favori dei professionisti proprio per la sua straordinaria ergonomia e flessibilità di configurazione, per il formato di registrazione nativo MXF MPEG2 50 Mbps 4:2:2, registrazione simultanea su due schede CF, naturalmente, per l’eccezionale qualità video (ridottissimo effetto di skew, gestione del 800% di sovraesposizione, eccezionale risposta alle low lights, sensibilità impiegabile fino a 20.000 ISO, Gamma cinematografico Canon-LOG per la compressione dell’eccezionale range dinamico gestibile dal sensore) e per la compatibilità con l’ampia gamma di obiettivi Canon EF.

Output non compresso
Punto di forza della nuova nata è la piena risoluzione nativa 4K (4.096 x 2.160 pixel) del sensore CMOS che già equipaggiava la C300 (in questo caso sono stati scoperti circa 500.000 elementi sensibili che risultano metallizzati sulla C-300). Dunque le medesime caratteristiche tecniche che hanno già decretato la bontà della camera C300 sono presenti nel modello di fascia superiore: quattro primari R,Ga,Gb,B, oltre 12 stop di range dinamico, sensibilità nativa a 640 ISO (0 dB) con possibilità di aumentarla con ottimi risultati visivi fino all’incredibile valore di 20.000 ISO (corrispondenti a +30 dB) , eccezionale resa cromatica e tonale anche con bassissima luminosità delle scene riprese, ovviamente Canon log ottimizzato per la profondità di quantizzazione 10 bit e 12 bit (2K). La differenza sostanziale rispetto al workflow interno della C300 risiede però nella possibilità di realizzare anche un efficace slow motion spingendo il frame rate fino a 120 fps (4K@1080p). Il 4K è gestito nella C500 come Canon RAW estratto da due connessioni 3G-SDI (per un flusso dati complessivo fino a 5.3 Gbps). Il flusso Canon RAW viene poi sviluppato in post produzione per mezzo di opportuni software di transcodifica (proprietari Canon) che consentono di effettuare il de-bayering e la chiusura in file DPX (oppure Open EXR). Molto attraente nella C500 è la possibilità di avere a disposizione uno strumento di utilità immediata per l’editing del materiale in 4K; difatti è data la possibilità di impiegare contestualmente alle riprese in 4K il registratore su schede CF (identico a quello presente sulla C300 per caratteristiche e prestazioni) come generatore di Proxy in HD, ovvero generatore della EDL utilizzabile dal software NLE per il montaggio e grading offline del materiale 4K.
La C500 dispone evidentemente anche di altre modalità di ripresa: in 2K (2048×1080) RGB 4:4:4 10 o 12 bit (dunque già de-bayerizzati) con Canon Log e anche in modalità YCbCr 10 bit; ulteriormente è possibile impiegare la macchina come la C-300 in full HD (1920×1080) 10 bit (la C-300 lavora ad 8 bit) con Canon-Log. Il tutto nello stesso package compatto della C-300. Formalmente le due camere sono esteticamente identiche, fatto salvo la scomparsa del handle grip orientabile, che nel caso della C-500 diventa il blocco di processo ed estrazione dei segnali 4K RAW (e 2K RGB, YcbCr) Condivide con essa tutti i suoi accessori, le batterie, il sistema audio e la compatibilità verso schede CF commerciali per la registrazione proxy in full-HD.

Come la C300, è naturalmente compatibile con la gamma di obiettivi Canon EF e PL. Le ottiche Cine-Prime (24 mm T1.5, 50mm T1.3, 85mm T1.3) e Cine-Zoom Canon (30-105/T2.8, 15,5-47/T2.8, 30-300 T2.95-3.7, 14.5-60/T2.8) sono naturalmente compatibili con la C500, essendo state realizzate per offrire una qualità e risoluzione di almeno 4K. Analogo discorso vale per le ottiche fotografiche EOS serie EF che sono native di risoluzione superiore al limite imposto con lo stesso formato 4K.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...